Destina il 5 x mille dell’Irpef nella Dichiarazione dei Redditi alla Fondazione Maria Grazia Balducci Rossi per i più bisognosi Onlus - Codice Fiscale 92021780421

LA VIA DI CASA IMMIGRAZIONE E LAVORO

Il progetto “La Via di Casa” propone a immigrati extracomunitari, residenti in Italia, l’opportunità di acquisire competenze tecnico/professionali immediatamente spendibili nei loro Paesi di origine attraverso corsi di formazione e di accompagnamento al lavoro.

L’attività formativa ha una duplice finalità. In primo luogo, si vuole arricchire il patrimonio di competenze tecniche e trasversali personali. Secondariamente, si vuole favorire la nascita di un indotto che permetta di colmare le carenze dei sistemi formativi istituzionali dei paesi di origine dell’immigrato.

L’immigrato di ritorno, infatti, una volta formato, rappresenta della manodopera qualificata che può dar luogo allo sviluppo di nuove attività imprenditoriali e di nuova professionalità. Contestualmente può operare come intermediario economico tra realtà italiane e locali di origine, avendo conoscenza di entrambi i Paesi.

Formare e occupare gli immigrati, permettendo loro di intraprendere un cammino di autonomia tra l’Italia e il loro Paese di origine è l’obiettivo primario di questo progetto.

Destinatari

  • Immigrati residenti in Italia in possesso del Permesso di Soggiorno.

Partner

  • Aziende disponibili a promuovere attività formativa
  • Centri per l’Impiego
  • Enti competenti
  • Sponsor e finanziatori pubblici e privati.

Tempi

  • La durata massima dello stage è di 24 mesi

ELVIS RIPERCORRE LA VIA DI CASA

Elvis è un ragazzo ivoriano che ha partecipato come stagista al progetto LA VIA DI CASA.

Attraverso questo progetto, la Fondazione propone a immigrati extracomunitari, residenti in Italia, l’opportunità di acquisire competenze tecnico/professionali spendibili nei propri Paesi di origine, attraverso corsi di formazione e accompagnamento al lavoro.

L’attività formativa vuole arricchire il patrimonio di competenze tecniche e trasversali personali e favorire la nascita di un indotto che permette di colmare le carenze dei sistemi formativi istituzionali dei Paesi di origine dell’immigrato che, una volta formato, può dar luogo allo sviluppo di nuove attività imprenditoriali e a nuove professionalità.

E’ così che Elvis, dopo aver concluso il percorso di formazione, nei primi mesi del 2016 tornerà in Costa d’Avorio per insegnare, a sua volta, il mestiere di elettricista ad altri suoi connazionali.

La Fondazione si complimenta con Elvis perchè non solo ha concluso pienamente un percorso di crescita personale, umana e professionale, ma si appresta ad aiutare altri suoi connazionali nello stesso cammino.